Restauro e Conservazione
Beni Artistici e Culturali
  Restauro                     VILLA CASATI  STAMPA - CINISELLO BALSAMO, MI (XVII SECOLO)














Cenni storici della Villa Casati Stampa
La villa, come tante altre della zona, ha una fondazione che precede l'aspetto attuale e di cui si hanno notizie a partire dal 1579.
Le prime restituzioni grafiche dell'edificio si hanno intorno al 1722, anno in cui risulta di proprietà della famiglia Casnedi.
Nel settembre del 1745 passa di proprietà al Conte Carlo Francesco Stampa ed in seguito a questo passaggio di proprietà pare siano stati realizzati rinnovamenti secondo lo stile dell'epoca ma non esiste alcuna documentazione certa.
Nel 1751, alla morte del Conte, si estingue il ramo degli Stampa di Montecastello e subentrano gli Stampa di Soncino.
Nel corso dei secoli successivi la villa subì alcuni ulteriori rimaneggiamenti, soprattutto per quanto riguarda la struttura architettonica con abbattimenti e ricostruzioni soprattutto delle unità perimetrali.
Intorno al 1950 entrarono come affittuari della villa i padri della Società san Paolo e nel 1967, grazie alla donazione disposta dal Marchese Camillo Stampa di Soncino alcuni anni prima, ne divennero proprietari e lo sono tutt'ora.
Della villa originaria rimane soltanto il corpo di fabbrica centrale e anche del magnifico parco non rimane più nulla; l'unico punto d'accesso originale alla villa rimane il cancello di nord-est che si erge in "solitaria" con ciò che rimane delle due statue in arenaria rappresentanti le stagioni.
Sicuramente molto interessanti sono i saloni interni con ciò che rimane della decorazione ad affresco e i soffitti lignei a cassettoni anch'essi interamente decorati.
Gli affreschi sono stati attribuiti al pittore Agostino Santagostino di cui troviamo le cifre in calce ad uno dei più belli tra i cicli pittorici presenti, quello dei "temperamenti umani".
Vi sono inoltre altri cicli interessanti come quello delle "Imprese di Alessandro Magno"o quelli del salone d'ingresso che sono gli unici ad avere l'intonaco quasi integro fino a terra e non solo a ridosso dei cassettoni come accade nelle altre sale dove per lo più scorrono fasce ornamentali di gusto settecentesco.
 
 

Via della Bindellina, 6
20155 Milano ITALIA
P.IVA 02508540123
Tel. 02 43117961
Fax 035 642890
Cell. 3397483859